201 // PORTOFRANCO 13 // Flavio Almerighi. Lampedusa, luglio 2013

Peripli // Post Scriptum

Il contributo di oggi per Portofranco è migrato all’interno della rubrica salpando da un dialogo in forma di commenti a un post sulle fasi di “censura” di Portofranco. Grazie a Flavio Almerighi per questa poesia e per i suoi versi, tanto caustici quanto musicali, caratteristici della sua poetica.
Una poesia nella quale denuncia “satirica”, nel solco della tradizione rivisitata, toni drammatici, ritmi musicali e rilavorazione dell’immaginario si mescolano, facendosi strumento per “dire” la realtà.

(G. Asmundo)

Lampedusa, luglio 2013

Il tango gitano se n’è andato
è morto tentando
di spiegare la democrazia
a un’ingente somma di danaro,
Gesù di Nazareth tutto bianco
ha assegnato premi alla carriera
ai sepolti sbrigativamente in mare,
come se non fosse Katyn
il Canale di Sicilia ma
vasca idromassaggio per donne
levigate già fin troppo
o nell’epica di Moby Dick, posto
per cercare fianchi da infilzare
anziché mare disperato d’inerzie
e lacrime da coccodrillo
sul…

View original post 128 altre parole

Annunci

Un pensiero riguardo “201 // PORTOFRANCO 13 // Flavio Almerighi. Lampedusa, luglio 2013”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...