resta, questo suono labile e amabile
le vie bambine sono viali di luce
e le vie adulte contagocciano l’assenza
-resta, la voce suona e va ascoltata
canto kirghiso che si distende limpido
lungo la linea murmure del Kurkureu
(Giamilja fugge, Giamilja di notte,
Giamilja non vuole seppellirsi nella neve del giorno)
-resta, la voce bianca e roca
di bimba sciccosa capricciosa
(adolescente è già troppo, e com’è difficile
il mondo degli adulti!)
resta, persiste spezzandosi
le vie bambine sono inondate di luce, le vie adulte
contagocciano l’assenza

Annunci

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...