Danil Charms (seconda parte)

perìgeion

charms ultima foto

di Giorgio Galli

Le prose

In nessuna pagina dei diari, almeno di quelli che conosciamo, Charms si lamenta per l’impossibilità di pubblicare i suoi scritti per adulti. Mai un’invettiva contro l’Unione Sovietica. Charms scrive dei momenti di sconforto, di quando dubita del suo valore letterario o delle sue scelte, scrive di quando deve chiedere prestiti e di quando gli stanno finendo i soldi, scrive di quando la povertà lo fa vergognare perché va ai concerti con vestiti lisi, ma non accusa mai nessuno. Ed è stupefacente, perché Charms avrebbe avuto ogni motivo per accusare molte persone. Viene in mente Brodskij, che quando fu espulso dall’URSS disse più o meno: ora bisogna comportarsi come fanno gli uomini liberi, e non incolpare nessuno. La nostra epoca vittimistica ha molto da imparare da questi maestri. Incolpare qualcuno per loro voleva dire sentirsi vittime di qualcuno, quindi essere condizionati da qualcuno. Ma loro…

View original post 3.855 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...