“Non ditelo ai bambini”, di Ilaria Seclì

Un appello torrenziale, una raffica d’amore e d’indignazione che piove sull’orrore del pianeta. Bombe d’amore e di vita, parole gentili come armi infallibili. Ilaria Seclì è poetessa e donna viva. E’ un fiume di poesia, non c’è quasi stacco fra il suo comunicare quotidiano e la scrittura. Ilaria vede, vive e reagisce con la poesia. E la poesia si fa tanto più appassionata quando tocca la sua terra, l’amato e violentato Salento. La vicenda della supposta epidemia di “xylella fastidiosa” che sta falcidiando gli olivi di quella terra le ispira questo appello, questa pioggia di brutture del mondo pulite da una pioggia d’amore, amore che sprizza come geyser, che grandina il sangue delle sue ferite, che dall’assassinio degli ulivi si espande all’assassinio di tutta la Terra per poi abbracciare la Terra. La “musica” di Ilaria, la sua espansione dell’universo significante, si abbatte sull’ennesimo dramma ambientale con una sconcertante violenza fonica. Per Ilaria, la poesia è grazia e la grazia è salvezza del mondo. L’ingiustizia offende la grazia, e l’offesa alla grazia offende il corpo stesso dell’esistenza. Per questo la sua parola è anche azione, e travolge lo sconcio delle infestazioni e degli interessi che stanno loro alle spalle, per prendere per mano, di slancio, i ribelli, i cittadini manifestanti che non accettano il commerciale sventramento della loro terra. La violenza fonica di Ilaria non ci annienta, anzi ci esalta, perché partecipa alla costruzione disperata di un mondo più giusto, perché Ilaria non si pone limiti: è terrificante e struggente come i bambini a cui ci supplica di “non dire”. Scrive Antonio Devicienti su Perìgeion: “Ci sono ottime ragioni per credere che dietro gli interventi proposti si celino inconfessabili interessi economici e politici che, senza farsi alcuno scrupolo, mettono in pericolo la vita e la salute di un’intera popolazione; due sere fa a Lecce si è tenuta una manifestazione spontanea di cittadini che chiedono sia preservata e rispettata la salute delle persone e l’integrità del complesso ecosistema salentino; sull’onda delle emozioni suscitate dalle reazioni e dalle richieste delle persone presenti alla manifestazione Ilaria ha scritto il testo che ha poi pubblicato nel suo blog…”

le ragioni dell'acqua

View original post 885 altre parole

Annunci

3 thoughts on ““Non ditelo ai bambini”, di Ilaria Seclì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...