Aladino

Angelo mio, col tuo sorriso, che tenere
canzoni agli occhi fa sognare,
con la tua voce che brocche riversa
colme di un balsamo caldo ed antico
mi domandi qual è il mio desiderio
più grande, e non sai la verità,
che su quest’animo un denso crepuscolo
da anni ha steso il suo manto. Sono come
l’avventuriero delle Mille e una notte,
un Aladino cresciuto ai fumi di provincia, che al Genio
di una lanterna di latta ha già espresso
tre desideri sbagliati. Adesso li ho finiti
e nelle ceneri del mio crepuscolo
mi aggiro, affascinato ed arido,
cercando di renderlo più bello.

Annunci

5 thoughts on “Aladino

    • Al Genio della lanterna di latta si possono esprimere tre desideri: quei tre desideri sono stati espressi, ma erano sbagliati. E’ questo il significato della frase. Ma “io” nella poesia non sono io: è l’io lirico. Quindi io non ho finito i desideri. 🙂

  1. Giorgio, credo che Carla con la sua domanda volesse intendere l’uso dell’articolo prima di parole inizianti per h.
    Le domande sono come i desideri, non sono mai inutili, perché ci fanno riflettere sull’uso della lingua, con la quale esprimiamo anche i desideri.
    E dato che quello di Carla è rimasto finora insoddisfatto, io per rimediare ho trovato intanto questo
    http://www.accademiadellacrusca.it/en/italian-language/language-consulting/questions-answers/larticolo-prima-parole-inizianti-per-h
    Ciao a tutti e due. Riccardo
    http://nelsegnodizarri.over-blog.org/article-i-desideri-non-sono-mai-inutili-124548674.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...