Con grazia

Se mi chiedessero d’indicare, fra le poesie che conosco, quella che più “fa centro” sull’amore, sceglierei Nozze d ‘oro di Wislawa Szymborska (da Sale). Qualche settimana fa, Roberto Saviano ha letto alcune poesie di Szymborska a Che tempo che fa, e ha dichiarato che nessun poeta ha saputo scrivere l’amore meglio di lei. Dichiarazione impegnativa e, a parer mio, giusta; ma bisogna entrarci dentro, e capire in che cosa consiste quel dono.

La perfezione delle poesie di Szymborska sta nel dire tutto il dicibile della cosa in modo nudo e diretto, e tenendo a mente che il dicibile è solo una piccola parte della cosa, e che la sua essenza, la sua magia risiedono in tutto ciò che non può esser detto. L’arte di sfiorare tocca uno dei momenti più perfetti, perché Szymborska sa cogliere, stando in periferia e senza nemmeno osare avvicinarsi al centro, tutte le notizie essenziali che alla periferia arrivano dal centro; e di dirle con grazia. Se la poesia di Kavafis, diceva Pasolini, non “parla la parola” ma la cosa, quella di Szymborska nasce dalla maestria nell’uso della parola unita alla coscienza dei limiti della parola stessa. L’essenziale non è nella poesia: lo si avverte soprattutto “fuori” della poesia, in quel non detto che però si lascia intendere al modo che la corda del sol, sul pianoforte, risuona in simpatia col do. Ed è proprio nel trovare la giusta tensione polare fra detto e non detto che sta l’arte. Szymborska, quest’arte, la padroneggiava. E un oggetto inafferrabile come l’amore, così poco dicibile malgrado il diluvio di parole che se n’è scritto, ci guadagna. In Szymborska l’amore non è estasi e tormento, non è fatto di momenti mirabili: è concreto, è calato nel quotidiano. E’ un amore descritto attraverso i gesti e non cercato, inseguito fino a perdersi nelle profondità dell’animo. L’amore non è fatto di poesie: è fatto di gesti, di cose. L’amore ha sempre un corpo. E il cuore, quando è caldo, non parla. Szymborska lo sa, e ne fa tesoro. Per questo l’amore di Szymborska è così vero. Perché è l’amore che tutti esperiamo, l’amore ineffabile e impossibile. Le sue poesie dicono che la bellezza dell’amore è nel suo essere un meraviglioso fallimento.

Ma questo non basterebbe se Szymborska non fosse dotata di due qualità che raramente vanno insieme: una fine sensibilità e la capacità di non prendersi sul serio. Quella di Szymborska è una demistificazione piena di umanità, e non credo di sbagliarmi se dico che le sue virtù sono virtù femminili, e che una natura come la sua non l’avremmo trovata fra i poeti di sesso maschile.

*

Nozze d’oro

Un tempo dovevano essere diversi,
fuoco e acqua, differire con veemenza,
depredarsi e donarsi
nel desiderio, nell’assalto alla dissomiglianza.
Abbracciati, si sono espropriati e appropriati
così a lungo,
che tra le braccia restò l’aria
diafana dopo l’addio delle folgori.
Un giorno la risposta anticipò la domanda.
Una notte intuirono l’espressione dei loro occhi
dal tipo di silenzio, al buio.
Il sesso sbiadisce, si consumano le reticenze,
si incontrano nella somiglianza le differenze,
come tutti i colori nel bianco.
Chi di loro è duplicato e chi non c’è?
Chi sorride con un duplice sorriso?
La voce di chi risuona per due voci?
All’asserire di chi annuiscono cortesi?
Con il gesto di chi portano il cucchiaio alla bocca?
Chi ha tolto la pelle a chi?
Chi è vivo e chi è morto qui,
impigliato nelle linee -di quale mano?
A forza di fissarsi nascono i gemelli.
La familiarità è la migliore delle madri
e non fa preferenze tra i suoi due pargoli,
a malapena ricorda chi è chi di quelli.
Nel giorno delle noze d’oro, giorno solenne,
il medesimo colombo si posò sul balcone.

(traduzione: Pietro Marchesani)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...